Lotta alla mosca olearia: il caolino, come si usa

Lotta alla mosca olearia: il caolino, come si usa

La massima copertura quando si una caolino è il risultato cui agognare. Ma come?

Non parliamo affatto dello scioglimento in acqua del caolino Agribioclay perché non ce n’è bisogno. La sua struttura è talmente pura e fine che basta riempire lo strumento che si utilizzerà (botte, atomizzatore o pompa) e poi mantenere in agitazione costante. Punto. Niente grumi, niente depositi.

Per il resto, noi siamo estremamente deduttivi in campagna, provare, testare, osservare e aggiustare il tiro.

Dotati di un atomizzatore da 10 ql, con 10 ugelli 1,2-1,5 mm, abbiamo fatto le prime prove con l’atomizzatore tarato come per gli altri trattamenti, di concimazione fogliare ad esempio. Velocità 3-4 km ora, marcia bassa, ugelli tutti aperti a 1,5 mm, pressione classica 20 bar. Caolino al 5%. con un carico facciamo i ettaro leggermente abbondante (1,10-1,30 a seconda del numero delle piante)

Il risultato non è stato ottimale: visivamente la copertura sembrava buona, ma da una certa distanza. Avvicinandoci, le gocce risultavano decisamente troppo grandi, quasi tutte percolate sulle punte delle foglie…effetto bianco molto diluito, poca resistenza al dilavamento, come ci dimostrò dopo poco la prima pioggia.

Ci siamo confrontati, principalmente con i produttori, che insistevano molto sul fatto che il caolino non andava disperso/irrorato, ma propriamente nebulizzato.

Dopo aggiustamenti vari nei parametri abbiamo raggiunto un risultato molto soddisfacente, una copertura bella bianca, puntini bianchi minuscoli, più che gocce, buona resistenza soprattutto alle bombe d’acqua!

Ora lavoriamo così: velocità del trattore aumentata, a 7-8 km orari, ugelli più alti a 1,5 mm, tutti gli altri a 1,2 mm, spesso i due più bassi chiusi. Caolino al 5%. Un carico di 10 ql ci basta sempre per la stessa quantità di terreno (1,10-1,30 ettari a seconda del numero delle piante), ma si gira due volte l’oliveto.

Ci vuole leggermente più tempo, ma i risultati sono completamente soddisfacenti. Ci dicono che sembra come se avessimo usato un adesivante e sapone molle per aumentare la micronizzazione.

Gli oliveti con sesto 5×5, 6×6 sono perfetti per la distribuzione di caolino con atomizzatore. Altri oliveti con sesto 10X10, noi ne abbiamo di varietà canino secolare, risultano un po troppo larghi per una distribuzione ottimale. In questo caso, tempo permettendo lavoriamo con un lato solo dell’atomizzatore, abbandonando il centro dell’interfila e avvicinandoci maggiormente alle piante di una sola fila. I giri completi dell’oliveto così diventano 4, ma va sempre fatta un’analisi costi benefici: spendere più tempo per una copertura più duratura molto spesso è estremamente conveniente!

I risultati più eclatanti in termini di copertura si hanno quando si scende dal trattore e si utilizza la lancia (che equivale ad utilizzare la pompa a spalla).

In quel caso i consumi di acqua/caolino sono certamente più elevati, ma la copertura è a prova di piogge che hanno dilavato caolini distribuiti con atomizzatore. Questo cosa significa? Che secondo noi, il caolino è uno strumento potentissimo per piccoli olivicoltori. I suoi lati positivi sono talmente tanti: niente tesserino, non è tossico, non scade, non ha bisogno di particolari strumenti per l’utilizzo, bast una pompa a spalla…

Per chi come noi ha una certa estensione l’atomizzatore rimane comunque un compromesso estremamente vincente. E se operato con le giuste precauzioni e accorgimenti, anche dagli ottimi risultati.

Leggi anche:

Stefania

Leggi anche

Lotta alla mosca olearia: il caolino, cos’è

Lotta alla mosca olearia: il caolino, cos’è

Lotta alla mosca olearia: Spintor fly, come si usa

Lotta alla mosca olearia: Spintor fly, come si usa

Agosto 2021, oliveto, mosca olearia, trattamenti

Agosto 2021, oliveto, mosca olearia, trattamenti

Fioritura nei nostri uliveti, inizio giugno 2021

Fioritura nei nostri uliveti, inizio giugno 2021

No Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *