Risultati del primo monitoraggio drupe 23.07.18


Olivicoltori! Sempre vigili e in osservazione ma dormite ancora sonni tranquilli!

Il primo monitoraggio drupe della stagione ci da risultati incoraggianti: i campioni di olive, provenienti da vari oliveti di Farnese (Vallecupa, Naiella, ValBertina, Pisciaretto) ci dicono che le nostre olive sono in fase di indurimento nocciolo, quindi cominciano ad essere attraenti per la mosca olearia, ma che l’attacco non è ancora in essere.

In tutti i campioni analizzati il nostro bravissimo agronomo ha trovato tra le 2 e le 8 punture, e tutte sterili. Quindi ad ora situazione ottima.

Come procedere?

Noi tratteremo i nostri olivi con caolino, per allontanare e infastidire la mosca olearia, e procederemo con i monotoraggi, settimana dopo settimana, che ci indicheranno i successivi passi da compiere.

Prevenzione significa questo, lo ricordiamo e lo sosteniamo con forza, non significa agire preventivamente con prodotti sistemici, il maledetto dimetoato, che sappiamo per certo già impazza nelle nostre campagne! Un trattamento di dimetoato ORA, non solo è nocivo per il portafoglio e per la salute, ma è anche completamente inutile. Con i sistemici non si agisce in prevenzione, ma si va a  colpire un attacco in atto.

Ad oggi, con sole punture sterili nelle drupe, cosa si va a colpire trattando con tali prodotti?

Niente. Proprio niente.

Quindi quello che consigliamo noi, e quello che fare noi è: osservazione+caolino+monitoraggio, vi teniamo aggiornati!

Leggi anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *