Irrigare o non irrigare, questo è il dilemma! 1


Una stagione così asciutta ci prende alla sprovvista. Le temperature così alte ci preoccupano.

La fioritura degli ulivi quest’anno si era già presentata a macchia di leopardo nella nostra area, a zone ottima, a zone neanche sufficiente. Ma questo stress idrico cosa comporta in questa fase cruciale di allegagione?

Vi linkiamo due articoli interessanti usciti su Teatro Naturale, a tema irrigazione, stress idrico, e protezione dal calore.

http://www.teatronaturale.it/strettamente-tecnico/l-arca-olearia/24388-agire-in-prevenzione-contro-mosca-delle-olive-e-colpi-di-calore.htm

http://www.teatronaturale.it/strettamente-tecnico/l-arca-olearia/24392-irrigare-l-olivo-per-sostenere-l-accrescimento-del-frutto-come-quando-e-perche.htm

Noi procediamo cercando di rispondere a una domanda dopo l’altra.

Abbiamo effettuato la settimana scorsa un’irrigazione di soccorso in uno degli oliveti più promettenti e più assetati della nuova stagione 2017.

Da lunedì, nel pomeriggio e per tutti i pomeriggi necessari procederemo alla seconda mandata di concimazione fogliare. Sarà necessario dividere l’intervento in più giorni, perché visto il caldo, l’asciutto e le radiazioni solari ogni trattamento fogliare sugli olivi andrà fatto quando il sole comincia ad essere meno aggressivo, per evitare bruciature e evapotraspirazione del concime.

Schermata 2017-06-15 alle 09.57.58Poi, grazie al caolino che la Agribioclay ci ha dato in prova, tratteremo un oliveto, di varietà canino e di 2 ha di superficie. Non abbiamo mai provato il caolino prima di ora, spaventati dalle sue problematiche di miscibilità, e conseguenti problemi di otturazione degli ugelli dell’atomizzatore. Loro ci hanno assicurato che si tratta di un caolino di elevato grado di purezza e soprattutto di finissima macinazione, naturalmente ammesso in agricoltura biologica.

Quindi proviamo! Quale anno migliore di questo per testare le proprietà di protezione dallo stress idrico e dai colpi di calore del caolino? Oltre che naturalmente di dissuasione degli attacchi di mosca olearia…

Vi teniamo aggiornati!

 

 

Leggi anche:

Vuoi condividerci?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un commento su “Irrigare o non irrigare, questo è il dilemma!

  • Domenico Bucca

    Buongiorno Stefania,

    lo scopo principale dell’utilizzo del caolino é proteggere la pianta dall’irraggiamento solare, diminuire la temperatura superficiale di foglie e frutti e diminuire la necessità idrica della pianta stessa.
    Il caolino depositato sulla superficie delle foglie in quanto igroscopico trattiene l’umidità dell’aria e la rugiada e protegge la pianta senza alterarne le funzioni vitali.
    Un buon trattamento superficiale é in grado di riflettere fino al 50% i raggi infrarossi ed ultravioletti durante le ore del giorno.

    Cari saluti.
    Buona giornata.