e sempre a proposito di Tuscia…


da discoverytuscia.blogspot.it

(qui il link alla pagina facebook)

>>>
mercoledì 27 aprile 2011
Ciò che ho conosciuto per primo

Continuiamo questo viaggio, che sarà lunghissimo, con quello che per me è stato il primo approccio con la Tuscia: Farnese. Borgo abbarbicato su una rupe, circondato da campagna e verde. Un dedalo di viuzze e vicoli che si aprono ad ogni angolo. Strade di ciotoli e case di tufo davanti alle quali c’è sempre qualche pianta o vaso di fiori. La prima volta che mi sono trovata a passeggiare in questo borgo, pur essendo piccolo, ho avuto la sensazione che non finisse mai proprio per questi vicoli che, all’improvviso appaiono invitandoti a percorrerli. Nei giorni d’inverno il profumo prevalente è quello della legna che brucia nei camini.Un paesino che si svela piano piano, ricco di storia e di storie. E che è diventato la casa di molte persone arrivate qui anche da lontano. È arrivata qui, per esempio, con quei giri strani della vita, una coppia di australiane durante il loro anno sabbatico. Qui vive un simpatico agente letterario tedesco che si divide tra la Tuscia e Francoforte. Una psicoanalista argentina, una giapponese e un californiano che ha deciso di non volere più città attorno a sé. Poi uno dice che nei piccoli paesi non succede nulla (…continua…)
 


Leggi anche:

Rispondi