COMPOST!

COMPOST!

Dopo molte letture ci siamo decisi…COMPOSTIAMO! Sul web si trova tantissimo sul compostaggio ! Leggendo ieri, e scrivendo il nostro personale manuale :) abbiamo avuto una piacevole consapevolezza…se nel compost mettiamo tutti gli scarti organici e la carta e la cenere e i fondi di caffé e orzo…praticamente produrrò solo una bustina di plastica ogni tanto (parliamo dell’ambito domestico, in agricoltura e frantoio praticamente non produciamo rifiuti!!!) e se ci stiamo attenti ogni tanto-tanto!

Le indicazioni qui sotto sono il nostro inizio…abbiate pazienza con imprecisioni varie…anzi…consigli sarebbero fantastici

IMG_20150413_181203Il nostro manuale è stringatissimo, una specie di promemoria veloce con le regole base.

Possiamo compostare:
-avanzi di cucina
-scarti di orto/giardino
-materiali biodegradabili: carta, tovaglioli, cartone, trucioli, segatura, capelli, peli di animali domestici…
-CON MODERAZIONE avanzi di cibo di origine animale.

Regole utili:
-non comprimere
-aumentare la porosità del compost con trucioli, foglie secche (non tutte, attenzione, alcune sono si degradano lentissimamente, come per esempio quelle di quercia), segatura, paglia, cartone, strisce o pallotti di cartaIMG_20150413_181209
-rivoltare tutto periodicamente

Proporzioni:
-2 parti di AZOTO/MATERIALI “VERDI” (the, caffè, orzo e avanzi verdi…)
-1 parte di CARBONIO/MATERIALI “MARRONI” (carta, legna, paglia, avanzi di
origine animale)

Importante la valutazione dell’umidità del nostro compost: stringendone una manciata in pugno (durante la maturazione) devono colare solo poche gocce di liquidi. Se troppo asciutto annaffiate, se troppo bagnato aggiungere scarti secchi e rivoltare. IL COMPOST NON PRODUCE CATTIVI ODORI! Se ne produce significa che è troppo umido!

Consigli
-mettere alla base uno strato drenante di 15-20 cm di materiale legnoso
-unire sempre materiale strutturante (trucioli, segatura, cartone…)
-misurare la temperatura! Durante il primo-secondo mese, nella fase di decomposizione, la temperatura può arrivare fino a 40-50 gradi nelle compostiere, anche di più nei cumuli, pwr poi ridiscendere gradualmente nella fase di trasformazione e poi maturazione

Rivoltare il compost
Fondamentale per la decomposizione e trasformazione del nostro compost è l’aria, ecco perché va rivoltato un paio di volte nel corso della maturazione (parliamo sempre di compostiere domestiche medie).

Comunque, questi sono i nostri materiali: cortecce di vari rami potati, trucioli, scarti organici, carta e cartone, più la cenere residua del caminettoIMG_20150413_140525_edit

e questa la nostra compostiera!
IMG_20150413_140530_edit

Comunque vale la pena documentarsi e agire! VAI col COMPOST!

Leggi anche:

Stefania

Stefania

Leggi anche

Quando si mettono le mani su 10 anni di OlioMezzabarba

Quando si mettono le mani su 10 anni di OlioMezzabarba

Prevenzione mosca olearia e caolino, estate 2020

Prevenzione mosca olearia e caolino, estate 2020

Concimazione fogliare degli ulivi, premessa un po’ filosofica

Concimazione fogliare degli ulivi, premessa un po’ filosofica

Le buone pratiche e le buone letture

Le buone pratiche e le buone letture

No Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *